La dieta mediterranea

Basato su questi studi è Nato il concetto del Mediterraneo dieta come una dieta per ridurre il rischio di malattia cardiovascolare. Sono 9 caratteristiche della versione greca della tradizionale dieta mediterranea:

  • elevato consumo di olio d’oliva e un piccolo apporto di grassi di origine animale
  • alta assunzione delle verdure
  • grande consumo di frutta
  • grande assunzione di prodotti cerealicoli (principalmente pane)
  • grande assunzione di impulsi
  • piccolo consumo di carne e nei prodotti
  • l’assunzione media di prodotti lattiero-caseari
  • il consumo medio di alcol (soprattutto vino)
  • il consumo di pesce medio.

La dieta mediterranea

Le persone che hanno mangiato circa 400 g di frutta e verdura al giorno sono meno circa il 40% rischio di morte dalla malattia cardiovascolare rispetto a quelli spożywającymi circa 130 g al giorno. Il rischio di malattia coronarica diminuisce del 4% con ogni assunzione della frutta e della verdura aggiuntiva durante il giorno, mentre circa il 7%, mentre questo vale solo per le porzioni di frutta. Verdure e frutta e verdure ricche di vitamina C, il più favorevole alla prevenzione della malattia cardiaca. In questo sito troverete molti suggerimenti per la salute per una vita sana.

Gli studi precedenti indicano che la dieta mediterranea in tutte le popolazioni e in tutti i continenti riduce di almeno il 50% l’incidenza di decessi cardiovascolari, infarti e mortalità globale in persone con malattia dell’arteria coronaria.

Piccolo un contenuto in acidi grassi saturi

Prima di tutto che è è un piccolo un contenuto in acidi grassi saturi, che promiażdżycowe l’azione non è oggetto di discussione. Grande apporto di acidi grassi saturi (acidi grassi di origine animale), scopri tutti gli acidi grassi saturi cliccando qui, superiore al 10% dell’energia della dieta, provoca un aumento nei livelli di colesterolo totale nel siero del sangue e aumento dei livelli della frazione miażdżycorodnych (LDL e VLDL). Aiuta a aumentare la coagulazione del sangue, disfunzione vascolare endoteliale, aumento della pressione sanguigna o problemi del ritmo cardiaco. Si prega di notare, tuttavia, che la maggior parte miażdżycorodne impatto di acido palmitico, miristico e in misura leggermente minore, l’acido laurico. Acido stearico, che tale azione non viene più visualizzata. Una conseguenza della grande assunzione di acidi grassi saturi (laurico e miristico, palmitynowego), oltre ad aumento dei livelli di colesterolo totale e miażdżycorodnej, può anche essere un disordine della natura della prozakrzepowym.

Olio extra vergine di oliva

Nella dieta mediterranea acidi grassi monoinsaturi dominano il grasso primario questa dieta a base di olio d’oliva. Questo include l’acido oleico, acido oleomirystynowy e palmitoleico. Tenete a mente che se essi sostituire grassi saturi nella dieta, contribuiscono a ridurre il colesterolo totale e LDL, senza ridurre il colesterolo di HDL (colesterolo buono) e non influenzano la concentrazione di trigliceridi. Scopri le differenze tra colesterolo buono e cattivo.

Piccole quantità di uova, carni rosse, burro

La dieta mediterranea è piuttosto scadente in fonte di sostanze nutritive di colesterolo, poiché contiene piccole quantità di uova, carni rosse, burro, che sono la sua fonte principale. Effetto di colesterolo sul profilo lipidico è molto dipenda dalla sensibilità ontogenic del corpo.

Gli studi epidemiologici indicano che circa il 25% delle persone rispondere ad alte dosi di colesterolo il cibo un forte aumento in colesterolo totale nel plasma. Su questo cibo colesterolo dipendono anche dall’ambiente e fattori genetici. In individui sensibili ridurre colesterolo l’assunzione del tratto può pertanto contribuire a ridurre il rischio di malattia coronarica. Riduzione del consumo di colesterolo inferiore a 200 mg al giorno contribuisce per il minor rischio di 37% di morte dovuto tutte le cause.

Omega-6

Nel Mediterraneo cretese modello di colesterolo dieta alimentare è in media circa 180-220 mg al giorno. Un’altra caratteristica per la sostanza nutriente dieta mediterranea sono gli acidi grassi polinsaturi omega-6. Omega-6 sono situati principalmente in: olio di girasole, soia, mais e margarine producono con questi oli. Sulla base di numerosi studi epidemiologici, è stato trovato che un adeguato, ma limitata fornitura di omega-6 nella vostra dieta, ridurre il colesterolo totale e colesterolo LDL. Una quantità eccessiva di acidi grassi omega-6, più del 10% dell’energia totale della dieta, potrebbe interferire con il metabolismo degli omega-3. Ecco perché gli esperti raccomandano un’adeguata percentuale nella dieta tra contenuto di omega-3 e omega-6, 1:5, che è caratteristico della dieta mediterranea.

Acidi grassi Omega-3

La dieta mediterranea è caratterizzata da elevato consumo di noci, semi, legumi, verdure a foglia e pesce e crostacei, che sono la migliore fonte di acidi grassi omega-3.

È stato dimostrato che soprattutto grandi quantità di questi acidi grassi nel corpo umano sono nel miocardio, la retina dell’occhio, il tessuto cerebrale e delle cellule dello sperma. Acidi grassi Omega-3 hanno un funzionamento su più fronti nella prevenzione e nel trattamento di aterosclerosi. I meccanismi più importanti per le loro azioni, la riduzione dei lipidi del siero e della lipoproteina (LDL) di là in siero del sangue, diminuiscono della pressione sanguigna, attività di stabilizzazione-antiaritmico di funzione cardiaca ed effetto anticoagulante. È stato dimostrato più del 70% riduzione del numero di extra ventricolare nei pazienti trattati con acidi grassi omega-3 derivati dal pesce.

Proteine vegetali

La dieta mediterranea si basa principalmente su prodotti di origine vegetale, che produce principalmente proteine vegetali. Questo è vantaggioso, che l’assunzione ad alta percentuale proteica di origine animale influisce sul rischio di sviluppare l’aterosclerosi. È stato dimostrato che la sostituzione animali con proteine vegetali di proteine in pazienti con disordini del metabolismo lipidico contribuiscono alla normalizzazione del colesterolo totale, colesterolo LDL e trigliceridi nel sangue.

Aumentare l’assunzione di proteine di origine vegetale può anche contribuire a normalizzare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di malattia cardiovascolare. Proteine di origine animale abbondano in grande quantità di metionina, che nel corpo viene convertita in omocisteina, che è considerato uno dei fattori di rischio indipendenti per aterosclerosi. Una quantità eccessiva di metionina nella vostra dieta quotidiana, carenza di vitamine B6, B12 e acido folico porta ad un aumento della concentrazione di omocisteina nel sangue. Come già accennato, la dieta mediterranea si basa su prodotti di origine vegetale, che è lo stesso è ricco di carboidrati complessi, che contiene la fibra e basso contenuto di carboidrati raffinati con un alto carico glycemic, che conduce a livelli elevati di glucosio e di insulina. La presenza nella dieta di carboidrati complessi ad alto contenuto di fibra ha un effetto benefico sui trigliceridi, glicemia livello gastrico dumping e la quantità di HDL.

Cereali integrali

Più si mangiano cereali integrali, minore è il rischio di morte dalla malattia di cuore coronaria. Osservazioni epidemiologiche hanno confermato che popolazioni alimentazione prodotti alimentari ricchi di fibre tendono ad avere colesterolo totale più basso e soprattutto il colesterolo LDL. È interessante notare che la dieta mediterranea è una dieta ricca di antiossidanti naturali, che includono la vitamina E, C e carotenoidi, in particolare il beta-carotene, licopene, luteina e flavanoide composti gruppo.

Della vitamina

Gli studi hanno confermato l’effetto benefico dell’ingestione dietetica di vitamine E, A e C naturale, fonti di nutrienti per ridurre la mortalità a causa di malattie cardiovascolari.

Vale la pena notare che le vitamine antiossidanti per esibire i loro effetti benefici solo quando provengono da fonti naturali dell’alimento e non da integratori alimentari. Questo fatto spiega perché correttamente la dieta assemblata, come la dieta mediterranea, riduce il rischio di mortalità a causa di malattie cardiovascolari. Un altro elemento della logica a beneficio della dieta mediterranea è una larga fetta di fitozwiązków (soprattutto i flavonoidi presenti nel vino rosso, tè, cipolle e aglio). Un piccolo contenuto di questi composti nella dieta è un fattore importante nell’aumento del rischio di malattia cardiovascolare.